CALENDARIO EVENTI APRILE 2016

miart-e1452595013432-730x441

MOSTRE

Miart 2016 da venerdì 8 aprile a domenica 10 aprile 2016 ore 12:00

Dove  Fiera Milano City  Via Gattamelata, 5 • Milano

Ogni anno la fiera dell’arte di Milano si evolve con nuove proposte. Da quando, quattro anni or sono, il direttore e fondatore di Peep Hole Vincenzo De Bellis ne ha preso la guida, Miart ha assunto un aspetto internazionale, arricchendosi di funzioni dinamiche e in relazione con altri temi nell’universo dell’arte contemporanea. Con un costante occhio all’arte moderna, grazie alla relazione, sempre presente, tra l’arte “nuova” e quella passata del novecento. Quest’anno, con la presenza di Alessandro Rabottini come vice-direttore, la fiera è improntata a una maggiore attenzione per la multidisciplinarietà dei linguaggi visivi: dal video, al design, all’editoria, con la presenza di personaggioni dell’arte internazionale. I mitici “miartalks” – gli incontri a tavolino con ospiti sempre diversi tra curatori, artisti, collectors etc. – sono ormai dei “dates” obbligatori per chi passa in fiera, e quest’anno contemplano una moltitudine di invitati, da Yuri Ancarani (filmmaker) a Andrea Bellini (direttore del Centro d’arte contemporanea di Ginevra), da Chris Dercon (direttore della Tate di Londra) a Omar Kholeif (curatore dell’MCA di Chicago), e ancora Francesco Bonami, Barbara Casavecchia, Philippe-Alain Michaud (curatore del dipartimento film e cinema del Centre Pompidou), Anri Sala, Hans Ulrich Obrist, tutti coordinati da Ben Borthwick. La chiamata delle gallerie – tante americane da NY e LA, e diversi spazi giovani italiani – è divisa in sezioni: established (98 gallerie, suddivise a loro volta in Contemporary e Masters); decades (a cura di Alberto Salvadori, che ha selezionato 9 gallerie da Londra a Milano a New York, che racconta il XX sec. decennio per decennio); THENow (otto coppie di artisti di generazioni diverse a confronto); emergent (16 giovani gallerie) e object, sezione super nuova, a cura di Domitilla Dardi, dedicata al design. E, ancora, la relazione con la città e le sue istituzioni più in auge, dall’Hangar Bicocca alla Fondazione Prada, a Palazzo Reale, che avranno aperture serali speciali in quei giorni di fiera. Zero seguirà Miart passo per passo, attraverso tips, sussurri e percorsi consigliati. E a breve qualche notizia in più dal direttore. Intanto segniamocelo in agenda, che un giro va fatto. Rossella Farinotti

The Club House da giovedì 14 aprile a domenica 17 aprile 2016 ore 16:00

Dove Gigantic Gallery  via Termopili, 28 • Milano

Musei trasformati in club ne abbiamo visti tanti e un po’ siamo stufi, il Club House dei Tankboys anche se è in uno spazio d’arte è invece un club itinerante. Questo (non)luogo mobile sarà il dispositivo per provare a mettere in relazione lo spazio del club con il design (da quello del mobile a quello installativo), la socialità e la musica. House è la parola chiave e questo luogo vivrà a suon di house music: il genere musicale simbolo di un’evasione legata a diversi cambiamenti sociali (sopratutto per i neri omosessuali americani) e alla diffusione del concetto di club. Dj, architetti, dj/artisti e curatori prenderanno parte al progetto (che si pensa già di spostare a Londra) al grido “this is my house and house music was born”. Zagor

CINEMA

26° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – Designing Futures

da domenica 3 aprile a domenica 10 aprile 2016

Dove Milano luoghi vari

Il primo e unico festival in Italia interamente rivolto alle cinematografie e alle culture dei tre continenti. In occasione della XXI Triennale, per la prima volta l’opening night del Festival, si terrà il 4 aprile presso la sede della Triennale di Milano, nella sala del Teatro dell’Arte, con la proiezione in anteprima italiana dell’ultimo film di Takeshi Kitano, “Ryuzo and the Seven Henchmen” (Ryuzo e i sette compari). Tra le anteprime in programma quest’anno nella sezione fuori-concorso “Flash, Stop” di Kim Ki-duk e, dall’Indonesia, un altro maestro del cinema asiatico, Garin Nugroho con “Chaotic Love Poems”. Le sezioni del Festival:
Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondo, che proporrà 10 film – fiction e documentari: un’accurata selezione delle ultime produzioni provenienti dai tre continenti che privilegia nelle scelte le opere dei giovani registi.
Concorso Cortometraggi Africani ospita i migliori film brevi (fiction e documentari) realizzati da registi provenienti da tutta l’Africa e dalla diaspora. La sezione ha l’obiettivo di promuovere i giovani registi africani ai loro primi passi nel cinema e di mostrare le nuove tendenze e le sperimentazioni del cinema africano.
Concorso Extr’A, dedicato ai film di registi italiani (o residenti in Italia) con l’intento di raccontare un’Italia che si fa interprete della diversità culturale. Sono selezionati in questa sezione i film di registi italiani girati nei tre continenti o i film che hanno come soggetto le tematiche dell’immigrazione e dell’integrazione.
Sezione “Flash”, che raccoglie i film/evento del Festival: anteprime italiane di rilievo che presentano le opere recenti di registi affermati, film acclamati dalla critica o premiati nei maggiori festival internazionali, il meglio del cinema contemporaneo che racconta e interpreta l’attualità di Africa, Asia e America Latina.
“E tutti ridono…”, dedicata alle migliori commedie dai tre continenti selezionate con la collaborazione di Gino e Michele di Zelig.
Sezione tematica: “Designing Futures” presenta in anteprime italiana film che riflettono i movimenti rivoluzionari politici, sociali e artistici dell’Africa contemporanea ed esprimono la voce di nuove generazioni di filmmaker metropolitani nati in Africa e cresciuti nel mondo. Registi ibridi e al tempo stesso orgogliosi delle loro radici, che rivisitano e reinterpretano con originalità.
E poi ancora incontri, happy hour, contest.
I luoghi: Auditorium San Fedele; Spazio Oberdan; Cinema Palestrina, Institut Français– Milano; Triennale di Milano – Teatro dell’Arte; Festival Center, Casello Ovest di Porta Venezia – Casa del pane. Inaugurazione: 3 aprile alle 17:30 con la co-curatrice della Mostra Martina Olivetti, il fotografo Omar Victor Diop, Emanuela Mirabelli e Sara del Corona di Marie Claire.
Apertura al pubblico: da domenica 3 aprile a domenica 10 aprile, h. 11:00-21:00.

 

TEATRO

Sanghenapule da martedì 5 aprile a domenica 17 aprile 2016

Dove Piccolo Teatro Grassi Via Rovello, 2 • Milano

“Vita straordinaria di San Gennaro” , di testo Roberto Saviano, drammaturgia Roberto Saviano e Mimmo Borrelli, regia Mimmo Borrelli, con Roberto Saviano e Mimmo Borrelli.

 

Fame – Saranno Famosi da giovedì 7 aprile a domenica 1 maggio 2016

Dove Teatro Nazionale Piazza Piemonte, • Milano

Il celebre musical in una nuova versione in occasione dei 35 anni dall’uscita del film.